Dal 18 al 20 marzo 2019 si è svolto a Bologna il quarto incontro del Progetto Elastic

From 18th to 20th of March 2019 the fourth meeting of the Elastic Project took place in Bologna

Report Italiano

Dal 18 al 20 marzo 2019 si è svolto a Bologna il quarto incontro del Progetto Elastic. L’evento ha visto la partecipazione di partner europei provenienti da Spagna, Polonia e Repubblica Ceca, ospitati da ASP Città di Bologna e Open Group, il coordinatore della cooperativa sociale del progetto. La prima sessione di lavoro di lunedì 18 è stata aperta dalla presentazione di “Bologna Cares!” Da parte dei responsabili dei servizi. Questa piattaforma online è il canale di comunicazione del Metropolitan SPRAR, utile per raccogliere molte informazioni sul sistema SPRAR di Bologna e per raccogliere e diffondere dati sulla ricezione dei migranti nella città. La piattaforma è anche uno strumento per raccontare ai cittadini qualche esempio positivo di integrazione, attraverso la sezione dedicata di “Storytelling”

Nella seconda parte del pomeriggio il professor Piergiorgio Degli Esposti dell’Università di Bologna ha presentato l’utilizzo degli strumenti digitali per i servizi di welfare, con particolare attenzione all’utilizzo dell’app “Telegram

Il secondo giorno dell’incontro è stato dedicato alla presentazione dei tre servizi di ASP Città di Bologna coinvolti nel progetto. La sessione mattutina è stata aperta da “Protezioni internazionali” dell’ASP Città di Bologna, il Servizio rivolto ai richiedenti asilo, ai titolari di protezione umanitaria e ai minori stranieri non accompagnati. Il coordinatore del Servizio ha presentato il servizio SPRAR di Bologna (Sistema di protezione dei richiedenti asilo e dei rifugiati), coordinato a livello centrale nazionale e attuato dai comuni di tutta Italia. Durante questo intervento è stato presentato uno specifico progetto di integrazione: un corso di formazione sul turismo sostenibile, realizzato con i migranti negli Appennini, durante il Festival ITACA 2018.

Il seguente intervento è stato sostenuto dal coordinatore di “Housing Transition” dell’ASP Città di Bologna. La transizione abitativa e i servizi di alloggio di emergenza rappresentano una pronta risposta ai bisogni urgenti delle famiglie in condizioni di povertà e persone emarginate attraverso la fornitura temporanea di appartamenti. Le due presentazioni degli operatori erano focalizzate specificamente sui ruoli del gestore del caso e del pedagogista nel lavoro di servizio.

Nell’ultima parte della mattinata si è presentato il Servizio dedicato alla Grave Emarginazione Adulta di ASP Città di Bologna; cura i senzatetto della città di Bologna e consiste in un sistema di servizi specifici ed eterogenei dedicati a questo vasto target di persone. Tra questi, Housing First e Community Labs rappresentano sicuramente i servizi più innovativi della rete, basati rispettivamente sull’elemento della “casa” come diritto umano primario, vale a dire “la casa prima di ogni altra cosa”, e approccio al benessere della comunità al fine di migliorare l’integrazione sociale e la contaminazione positiva.

Uno dei prodotti dei Community Labs è “Gira la Cartolina”, una start up di guide turistiche che porta i turisti in giro per un tour non tradizionale della città di Bologna, mostrando luoghi legati alle storie di vita personali delle guide, che sono senzatetto persone, accompagnate anche da guide turistiche professionali. Il primo tour di Gira la Cartolina è stato precisamente sperimentato nel pomeriggio di martedì 19 dal gruppo elastico e ha ottenuto un grande successo!

Nell’ultimo giorno dell’incontro i partecipanti sono stati ospitati dallo staff di Città Prossima – Help Center (uno dei servizi di Marginalizzazione degli adulti gravi) nei loro nuovi uffici. Il servizio ha presentato al gruppo la piattaforma online “Anthology“, un database che raccoglie informazioni sui senzatetto nelle città, utilizzati da tutti gli Help Center in Italia.

L’incontro di Bologna si è concluso con un buffet condiviso fra tutto il gruppo di lavoro in un ambiente amichevole e cordiale. Il 19 giugno si terrà l’evento finale del progetto europeo.

English Report

From 18th to 20th of March 2019 the fourth meeting of the Elastic Project took place in Bologna. The event saw the participation of the European partners coming from Spain, Poland and Czech Republic, hosted by ASP Città di Bologna and Open Group, the social cooperative coordinator of the project.

The first work session of Monday 18th was opened by the presentation of “Bologna Cares!” by the service managers. This online platform is the communication channel of the Metropolitan SPRAR, useful for collecting many information about the SPRAR system in Bologna and for collecting and disseminating datas about migrants’ reception in the city. The platform is also a tool for telling to the citizens some positive example of integration, through the dedicated section of “Storytelling”.

In the second part of the afternoon professor Piergiorgio Degli Esposti of the University of Bologna presented the use of the digital tools for Welfare Services, with a specific focus on the use of the app “Telegram”.

The second day of the meeting was dedicated to the presentation of the three services of ASP Città di Bologna involved in the project.

The morning session was opened by “International Protections” of ASP Città di Bologna, the Service addressed to the asylum seekers, to the holders of humanitarian protection and to unaccompanied foreign minors. The coordinator of the Service presented the SPRAR service of Bologna (Protection System of Asylum Seekers and Refugees), coordinated at central national level and implemented  by municipalities all around Italy.

A specific integration project was presented during this intervention: a training course on sustainable tourism, made with migrants in the Apennines, during the ITACA’ Festival 2018.

The following intervention was hold by the coordinator of “Housing Transition” of ASP Città di Bologna. Housing transition and emergency accommodation services represent a prompt response to the urgent needs of families in condition of poverty and marginalized people through the temporary provision of apartments.  The two presentations of the operators were specifically focused on the roles of the case manager and the pedagogist in the service work.

In the last part of the morning the Service dedicated to Serious Adult Marginalisation of ASP Città di Bologna presented itself; it takes care of homeless people of the city of Bologna, and it consists of a system of specific and heterogeneous services dedicated to this vast target of people. Among them, the Housing First and the Community Labs surely represent the most innovative services of the network, based respectively on the element of the “house” as a primary human right, that is to say “the house before anything else”, and  the approach of the community welfare in order to improve social integration and positive contamination.

One of the product of the Community Labs is “Gira la Cartolina”, a start up of tourist guides which takes the tourists around an untraditional tour of the city of Bologna, showing places connected to the personal life stories of the guides, who are homeless people, accompanied also by professional tourist guides. The first tour of Gira la Cartolina was precisely experimented  in the afternoon of Tuesday 19th by the Elastic group, and it obtained a great success!

In the last day of the meeting the participants were hosted by the staff of Città Prossima – Help Center (one of the services of Serious Adult Marginalisation) in their new offices. The service presented to the group the online platform “Anthology”, a database collecting informations about homeless people in the cities, used by all the Help Center in Italy.

The meeting of Bologna ended with a grateful moment of lunch together and greetings, and the group will meet in Brussels on June 19th, for the final event of the European project.   

#ElasticProject (Bologna)