Seleziona Pagina

HOOD – Homeless’s open dialogue

Essere in condizione di homeless significa perdere potere sulla propria vita: sulla condizione abitativa, sul tempo, sul futuro, sulla possibilità di scelta e di azione. A volte gli stessi servizi e progetti rivolti alle persone senza dimora rafforzano indirettamente questa mancanza di potere, attraverso l’offerta di percorsi standardizzati, di soluzioni prestabilite, l’adozione di regolamenti, orari e procedure organizzative rigide. Le riflessioni e le sperimentazioni recenti nell’ambito del contrasto all’homelessness – in primis l’Housing First – muovono da questa consapevolezza, proponendo servizi e modalità di presa in carico ispirate alla personalizzazione degli interventi e al riconoscimento dei diritti delle persone

A partire da queste riflessioni, il progetto HOOD – HOmeless’s Open Dialogue mira a sperimentare, all’interno della relazione educativa con le persone senza dimora, l’approccio della Coprogettazione Capacitante, nata nei servizi per persone con disabilità ispirandosi alle Pratiche Dialogiche. La Coprogettazione Capacitante promuove la redistribuzione del potere nella relazione educativa e lo sviluppo di percorsi personalizzati volti a sostenere l’esercizio della piena cittadinanza da parte della persona in difficoltà. Le operatrici e gli operatori coinvolti in HOOD stanno adottando questo approccio in una prospettiva di intervento precoce, volto cioè a sostenere le persone fin dai primi momenti dopo la perdita della casa, per evitare il peggioramento delle condizioni psico-fisiche e sociali dovute al tempo trascorso in strada o in servizi emergenziali

La sperimentazione messa in pratica a partire da Settembre 2020 beneficia di una supervisione svolta dai partner scientifici. In una seconda fase, invece, HOOD, adotterà il metodo dell’Intervisione che consiste in un supporto peer-to-peer tra operatori e operatrici sociali. Per superare le barriere linguistiche tra professionisti di diversi paesi, l’Intervisione avverrà su una piattaforma online dotata di un meccanismo di traduzione integrata nelle lingue del partenariato

In quanto progetto Erasmus+, HOOD mira a sperimentare qualcosa di tangibile, che diventi un elemento di confronto, arricchimento e riflessione per la comunità allargata di professionisti del sociale, utenti dei servizi, policymaker, ricercatori e cittadini. A questo fine, sul sito di HOOD saranno pubblicate news di aggiornamento sulle attività, video divulgativi e documenti per conoscere gli approcci adottati e i risultati che emergeranno nello sviluppo del progetto. Per rimanere aggiornati, dal sito è possibile iscriversi alla mailing list o seguire la pagina Facebook “hoodprojecteu”

 

I partner di progetto

  • Ufficio Pio della Compagnia di San Paolo, Torino, Italia (ente capofila)
  • CESIS, Centro de Estudos para a Intervenção Social, Lisbona, Portogallo
  • Klimaka, Atene, Grecia
  • Projekt Udenfor, Copenaghen, Danimarca
  • SJD Sant Joan de Déu Serveis Socials, Barcelona, Spagna
  • Università degli Studi di Torino, Centro Studi DiVi per i Diritti e la Vita Indipendente, Torino, Italia

Partner associati:

  • fio.PSD, Italia
  • FEANTSA, Europa
  • Hogar Sí, Spagna

News & Aggiornamenti

Progetto HOOD – Homeless’s Open Dialogue

Progetto HOOD – Homeless’s Open Dialogue

A settembre 2020 ha preso avvio il progetto Erasmus+ Homeless’s Open Dialogue (HOOD), che coinvolge il socio Ufficio Pio della Compagnia di San Paolo come ente capofila e fio.PSD come partner associato HOOD mira a promuovere l’intervento precoce nel lavoro con le...

leggi tutto

HFI – La community Housing First

Storie di vite

storie senza dimora

Follow Us

#aspettoilmioturno

Osservatorio fio.PSD

Biblioteca fio.PSD

Seguici su Facebook

La fio.PSD

Chi Siamo

Share This