Select Page

Istruzioni per il REI

Il Reddito di inclusione (REI) è una misura di contrasto alla povertà dal carattere universale, condizionata alla valutazione della condizione economica. I cittadini potranno richiederlo dal 1° dicembre 2017 presso il Comune di residenza o eventuali altri punti di accesso che verranno indicati dai Comuni. Il REI si compone di due parti*:

1. un beneficio economico, erogato mensilmente attraverso una carta di pagamento elettronica (Carta REI);

2. un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa volto al superamento della condizione di povertà, predisposto sotto la regia dei servizi sociali del Comune.

Dal 1° gennaio 2018, il REI sostituirà il SIA (Sostegno per l’inclusione attiva) e l’ASDI (Assegno di disoccupazione).

A CHI SI RIVOLGE

Il REI nel 2018 sarà erogato alle famiglie in possesso dei seguenti requisiti.

Requisiti di residenza e soggiorno
Il richiedente deve essere congiuntamente:

  • cittadino dell’Unione o suo familiare che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino di paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo;
  • residente in Italia, in via continuativa, da almeno due anni al momento della presentazione della domanda.

Requisiti familiari
Il nucleo familiare deve trovarsi in almeno una delle seguenti condizioni:

  • presenza di un minorenne;
  • presenza di una persona con disabilità e di almeno un suo genitore o un suo tutore;
  • presenza di una donna in stato di gravidanza accertata (nel caso in cui sia l’unico requisito familiare posseduto, la domanda può essere presentata non prima di quattro mesi dalla data presunta del parto e deve essere corredata da documentazione medica rilasciata da una struttura pubblica).
  • presenza di una persona di età pari o superiore a 55 anni che si trovi in stato di disoccupazione*.

Requisiti economici
Il nucleo familiare deve essere in possesso congiuntamente di:

  • un valore ISEE in corso di validità non superiore a 6mila euro;
  • un valore ISRE (l’indicatore reddituale dell’ISEE, ossia l’ISR diviso la scala di equivalenza, al netto delle maggiorazioni) non superiore a 3mila euro;
  • un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 20mila euro;
  • un valore del patrimonio mobiliare (depositi, conti correnti) non superiore a 10mila euro (ridotto a 8 mila euro per la coppia e a 6 mila euro per la persona sola).

Altri requisiti
Per accedere al REI è inoltre necessario che ciascun componente del nucleo familiare:

  • non percepisca già prestazioni di assicurazione sociale per l’impiego (NASpI) o altri ammortizzatori sociali di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria;
  • non possieda autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati la prima volta nei 24 mesi antecedenti la richiesta (sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità);
  • non possieda navi e imbarcazioni da diporto (art. 3, c.1, D.lgs. 171/2005).

L’ammontare dell’importo è correlato al numero dei componenti del nucleo familiare e tiene conto di eventuali trattamenti assistenziali e redditi in capo al nucleo stesso. In ogni caso, l’importo complessivo annuo non può superare quello dell’assegno sociale

Coloro che, alla data del 1° dicembre 2017, stanno ancora percependo il SIA potranno presentare immediatamente domanda di REI o decidere di presentarla al termine della percezione del SIA, senza che dalla scelta derivi alcun pregiudizio di carattere economico.
La circolare INPS 22 novembre, n. 172 fornisce le prime istruzioni amministrative, illustra il riordino delle prestazioni assistenziali finalizzate al contrasto alla povertà, in particolare del Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) e dell’ASDI (Assegno Sociale di Disoccupazione) e la conseguente rideterminazione del fondo povertà a decorrere dal 2018

ITER DELLA DOMANDA
La domanda può essere presentata a partire dal 1° dicembre 2017 presso il Comune di residenza o eventuali altri punti di accesso che verranno indicati dai Comuni. Il beneficio viene concesso dall’Inps che, con la Circolare n. 172 del 22 novembre 2017 ha messo a disposizione degli operatori il modulo di domanda e le istruzioni operative, tra cui il modulo REI-com, da compilarsi nel caso di variazione della situazione lavorativa in corso di erogazione del beneficio.

Il Comune raccoglie la domanda, verifica i requisiti di cittadinanza e residenza e la invia all’Inps entro 15 giorni lavorativi dalla ricezione. L’Inps, entro i successivi 5 giorni, verifica il possesso dei requisiti e, in caso di esito positivo, riconosce il beneficio e invia a Poste Italiane la disposizione di accredito. Poste emette la Carta REI e tramite lettera invita il beneficiario a recarsi presso qualunque ufficio postale abilitato al servizio per il ritiro. Prima di poter utilizzare la Carta, il titolare dovrà attendere il PIN, che gli verrà inviato in busta chiusa presso l’indirizzo indicato nella domanda.


STRUMENTI DI COMUNICAZIONE

 


*Fonte Ministero LPS

Advertisement

53 Comments

  1. massimo

    salve mi chiamo massimo ho 45 anni disoccupato con moglie invalida figlia magiorenne con isee sotto (0) posso richiedere il Rei grazie

    Rispondi
    • admin

      Bisogna rivolgersi ai servizi sociali del proprio Comune

      Rispondi
  2. elisabetta benedetto

    Non capisco a chi verrà dato il REI , io sono cittadina italiana, ho 50 anni, nn ho figli , non sono sposata, ma cosa devo fare ?

    Rispondi
    • admin

      Per avere maggiori informazioni è opportuno rivolgersi ai servizi sociali del proprio Comune dove dovrebbe essere stato istituito un servizio a sportello che raccoglie le istanze

      Rispondi
      • costa

        Perche’ deve gestire il comune dei soldi pubblici …in modo che scavalcono i regolamenti comunali per il minimo vitale

        Rispondi
    • sergio

      Deve aspettare il primo luglio 2018 quando il r.e.i. diventera` universale

      Rispondi
  3. ali

    sono pensionato 62 anni la moglia 57anni disocupazzioni dal 2014 ho un figlio 15 anni il mudello isee 6.125.00euro posso facio la domanda x la carta rei

    Rispondi
    • admin

      Abbiamo aggiunto all’articolo un riepilogo dei Requisiti Specifici, per ulteriori informazioni suggeriamo di rivolgersi ai Servizi Sociali del proprio comune

      Rispondi
  4. ali

    sono pensionato 63anni la mia moglia 57 anni disucopata dal 2014 ho un figlio 15 anni studia il mudello isee 6,125,00 euro posso fare la domanda

    Rispondi
  5. Daniela

    il modulo si consegna al comune o in forma online?

    Rispondi
    • admin

      Si consegna in Comune

      Rispondi
  6. Giovanni

    I requisiti economici per l’accesso al Rei prevedono una doppia soglia di accesso – Isee entro i 6000 euro e Isr entro i 3000 euro. Ma tali requisiti devon essere congiunti o disgiunti? Una famiglia con Isee pari ad euro. 3675,00 composta da due coniugi e 4 figli, di cui un coniuge disoccupato con età di oltre 62 anni – e con Isr di pari valore Isee,, superiore cioè alla soglia di accesso di 3.000 euro (si premette che la casa di abitazione principale è di proprietà – ma il mutuo relativo non è stato pagato, e si è in attesa di relativa esecuzione immobiliare) ha diritto all’ agevolazione? Se la risposta è negativa, ci troviamo ancora una volta a far fronte alle ulteriori fregature governative (si ricorda che stiamo per entrare in campagna elettorale).

    Rispondi
    • admin

      Come fio.PSD non ci occupiamo nel dettaglio di raccogliere le domande per il REI, nè trattiamo direttamente l’accesso alla misura.
      Il consiglio che diamo è sempre quello comunque di rivolgersi ai servizi sociali della propria città.

      I requisiti economici devono essere congiunti e devono permanere per tutta la durata del beneficio. I figli sono maggiorenni o minorenni? In quest’ultimo caso si può presentare un ISEE Minorenni. Lo stato di disoccupazione del coniuge di età superiore a 55 anni è un altro requisito di ammissibilità. Serve verificare se la “morosità incolpevole” del mutuo può costituire elemento aggiuntivo nell’assessment (valutazione singola dello stato di bisogno) che si deve fare presso i servizi sociali del proprio comune.

      A volte spiace usare dei termini troppo “tecnici” e formali ma, essendo una misura governativa, siamo di fronte anche ad una pratica burocratica

      Rispondi
  7. osvaldo di fazio

    nella richiesta per l’ottenimento del reddito di inclusione,oltre all’ISEE si tiene conto anche dell’ISR ? A chi va fatta la domanda ,quando scade?

    Rispondi
    • admin

      I requisiti devono essere congiunti. Si può presentare domanda ai cosiddetti “Punti di accesso (di cui all’art. 5 comma 1 del D. Lgs 147/2017) solitamente localizzati presso i servizi sociali della propria città (Comune o ambito territoriale)

      Rispondi
  8. osvaldo di fazio

    Spero che venga distribuito a chi è veramente nelle condizioni previste dal regolamento

    Rispondi
  9. krari abderrazzak

    sono straniero residente in italia da 1990 possesso solo permesso determinato sono invalido 68 per cento eta 58 quasi ridetto come zero posso fare domanda rei

    Rispondi
    • admin

      Bisogna rivolgersi ai Servizi Sociali del proprio Comune

      Rispondi
  10. ana

    sono interessata sapere se prendo la disoccupazione con 2 minori e un ise di 4400 e marito disoccupato posso chiedere il rei

    Rispondi
    • admin

      Per domande e situazioni particolari consigliamo di rivolgersi ai Servizi Sociali del proprio Comune

      Rispondi
  11. Francesco

    Volevo chiedervi, se non mi spetta il contributo REI, perché io ho 52 anni, che aiuto posso chiedere con 2 figli maggiorenni disoccupati, io sono disoccupato, mia moglie prende ancora per poco € 450,00 contributo disoccupazione da parte dell’Imps, Isee 0.
    Datemi un consiglio grazie

    Rispondi
  12. dante

    mia figlia è a carico del nonno x l’assegno familiare, ho diritto alla carta rei ?

    Rispondi
    • admin

      Per domande e situazioni particolari consigliamo di rivolgersi ai Servizi Sociali del proprio Comune

      Rispondi
  13. Lorenzo

    Ho 6o anni pensionato Inps categoria io
    Mia moglie 57 anni bracciante agricola casa di proprietà possiamo fare la domands

    Rispondi
  14. VINCENZO

    BUONGIORNO.HO FATTO DOMANDA IL 12 DICEMBRE HO LA RICEVUTA ,ADESSO COME FUNZIONA DOPO QUANTO TEMPO MI DARANNO LA RISPOSTA.GRAZIE

    Rispondi
    • admin

      Il Comune ha 15 per inviare la domanda all’INPS che a sua volta dovrebbe fare la valutazione in 5 gg

      Rispondi
      • VINCENZO

        OGGI E’ IL 29° GIORNO CHE ASPETTO NIENTE ANCORA

        Rispondi
  15. marie

    che cosa il (ISRE) e ( MLPS)
    grazie

    Rispondi
    • admin

      L’ISR, è l’indicatore della Situazione Reddituale, ossia, del patrimonio disponibile di una famiglia. Tale parametro, si ottiene infatti sommando tutti i redditi meno le detrazioni, le franchigie e i redditi esenti.

      MLPS – Ministero Lavoro Politiche Sociali

      Rispondi
  16. Calogero Ginex

    Ho presentato la domanda il 5 dicembre ho 41anni mia moglie anche lei 41 disoccupati tutti e due cn due figli di 4 e 6 anni un idee pari a zero ne ho diritto

    Rispondi
  17. alessia rossi

    sono invalida dl 78 % o reddito o pago l’affitto o quasi 62 anni e vivo sola mi aspetta il reddito di inclusione grazie

    Rispondi
  18. alessia rossi

    ho quasi 62 anni vivo sola ho pensione di invalidita’ reddito zero posso fare domanda

    Rispondi
    • admin

      Dovrebbe rivolgersi ai servizi sociali del suo comune, saluti cordiali

      Rispondi
  19. Aziz

    Salve ho due figli minori e sono autonomo (partita iva) non supero il reddito indicato. posso fare la domanda?

    Rispondi
    • admin

      Dovrebbe rivolgersi ai servizi sociali del suo comune, saluti cordiali

      Rispondi
  20. natali

    Buongiorno io ho ricevuto soldi della sia per due mesi poi più niente e da ottobre che non ricevo più niente ora a dicembre ho fatto domanda per il rei quanto devo aspettare e come mai non ho più preso niente grazie

    Rispondi
  21. natali

    Ogni volta che chiamo al comune sono scocciati di dare spiegazioni che a volte nemmeno le sanno

    Rispondi
    • admin

      Mi spiace che accada ciò ma è un suo diritto chiamare ed avere risposte, abbia pazienza ed insista, saluti cordiali

      Rispondi
  22. Andrea

    Non ho 55 anni, posso fare la domanda REI?

    Rispondi
  23. Lyuben

    Buongiorno, mia moglie ha fatto il modello ISEE il 25/09/2017 e l’indicatore dopo i calcoli e uscito 52,03€. Adesso due settimane fa dall CAF ci hanno mandato un messaggio in qui cera scritto che si doveva rinnovare il modello ISEE, e noi siamo andati e l’abbiamo rinnovato. Pero oggi siamo andati a prenderlo perche era pronto, e indovinate un po cosa cera scritto… L’indacatore dopo i calcoli e pari a 3.145,94€ invece di 52,03€ come la volta scorsa… La mia domanda e coma hanno fatto ad arrivare a questa somma? E ci daranno la rei adesso che superiamo i 3000€. Perfavore rispondete mi perche dal CAF non mi sanno dire niente ho fanno finta di non sapere, sono disperato, ho perso il lavoro e ho moglie due bambini piccoli, vi prego date mi una risposta… GRAZIE!!!

    Rispondi
    • admin

      Non sappiamo dirle il perché della variazione nell’ISEE, dovrebbe verificare cosa è cambiato da un anno all’altro tenendo presente che i documenti per l’ISEE derivano dalle dichiarazioni dei redditi dell’anno precedente (anno 2015 e dichiarazione 2016 per l’ISEE del 2017 e così via) nonché da altri dati quali stato di famiglia, patrimonio mobiliare e immobiliare, possesso di veicoli
      Dovrebbe cercare di capire se vi sono state variazioni sensibili in questi dati
      Le auguriamo di trovare soluzione

      Rispondi
  24. pietero

    buongiorno scusate io ho presentatodomanda carta rei dicembre 2017 colloquio ass sociale gennaio 2018 tutto ok comn i requisiti ma domanda respinta da inps senza apparente motivo non sono il solo ma molte persone che hanno presenato domanda a dicembre 2017 che cosa si deve fare visto che uff. inps e uff. comune non hanno cosa dire grazie

    Rispondi
    • admin

      Le consigliamo di rivolgersi ad un CAF e portare tutta la sua documentazione, saluti cordiali

      Rispondi
  25. Angelo Casa

    Salve ho presentato la domanda il 20 febbraio ma non mi è stata rilasciata la ricevuta devo chiederla

    Rispondi
    • admin

      si, provi a chiederla

      Rispondi
  26. VERONICA

    IO INVECE HO FATTO LA DOMANDA PER REI ANCORA IL 22 DICEMBRE E MI RISULTA SEMPRE IN LAVORAZIONE ? COSA VUOL DIRE ? GRAZIE

    Rispondi
    • admin

      Buongiorno, ci spiace ma non sappiamo dare risposta a questa domanda, saluti cordiali

      Rispondi
  27. Lele

    Salve ho fatto domanda il 29.01.2018 e dal sito dell’imps risulto idoneo, ma la card non mi è arrivata come devo fare per avere notizie?
    Grazie in anticipo

    Rispondi
    • admin

      Buongiorno, ci spiace ma non sappiamo dare risposta a questa domanda, saluti cordiali

      Rispondi
  28. Rossella

    Ho presentato domanda carta rei il 10 dicembre e ad oggi non ho ricevuto nulla l’INPS mi continua a dire che le domande SN in lavorazione mi sapreste dire quando arrivano i soldi?

    Rispondi
    • admin

      Buongiorno, ci spiace ma non sappiamo dare risposta a questa domanda, saluti cordiali

      Rispondi
  29. andrea cefaro

    SALVE IO DISOCCUPATO DAL 2015 e invalido al 75% e perciò percepisco 293.00€ circa di pensione, moglie disoccupata e con un figlio di 10 ho presentato domanda e mi è stata respinta, a chi chiedere, all’IMPS? e, si può fare un altra domanda?

    Rispondi
    • admin

      Le suggeriamo di chiedere au un CAF pertanto i suoi documenti

      Rispondi

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Biblioteca fio.PSD

Seguici su Facebook!

Newsletter fio.PSD

Recent Tweets

Housing First Italia

Video Recenti

Loading...

Feantsa

Traduzione

ItalianoPortuguêsEnglishFrançais
 Edit Translation

Iscriviti alla Newsletter fio.PSD

Rimani aggiornato su novità, progetti, campagne, formazione, appuntamenti ed eventi italiani e europei

Grazie per aver compilato il form Per tua sicurezza e per la privacy al fine di completare l'iscrizione dovrai cliccare sul pulsante che ti è arrivato via mail, grazie

Iscriviti alla Newsletter fio.PSD

Rimani aggiornato su novità, progetti, campagne, formazione, appuntamenti ed eventi italiani e europei

Grazie per aver compilato il form Per tua sicurezza e per la privacy al fine di completare l'iscrizione dovrai cliccare sul pulsante che ti è arrivato via mail, grazie

Share This