Contatti

fio.PSD – Federazione Italiana Organismi per le Persone Senza Dimora
Via Giambattista Soria, 13 – 00168 Roma, Italia
Tel +39 06 56566944 (dal lunedì al venerdì ore 9.00 – 12.00)
Cell +39 333 6294139

P.Iva: 03852830102
Cod.Fisc.: 98039420173

 

Direzione Politiche Sociali, Progettazione e Ricerca

Marco Iazzolino, Consigliere Strategico

Giuseppe Mattina, Relazioni Istituzionali, Regioni e Comuni

Caterina Cortese, Formazione, Ricerca e Innovazione Sociale

 

Staff di Direzione

Michele Ferraris, Ufficio Stampa e Comunicazione, Rapporti con i Soci

Anita Adamo, Coordinamento Network Housing First Italia


3 Responses to Contatti

  1. angelo says:

    Salve mi chiamo angelo, ieri ero presente alla conferenza senza dimora senza diritti? a via marsala a roma, ritengo molto interessante il progetto homeless 0 e housing first , vorrei sapere ma il comune di roma la regione lazio il programma housing first lo ha attuato o è in programma di attuarlo e come fare per accedervi chi se ne occuperà? Cioè in parole brevi una persona che vive per esempio all’ostello caritas a via marsala come può accedere all’ housing first a roma o anche in altre città? Grazie e complimenti per tutto.

  2. Giovanni Scavazza says:

    SOLO SE SEI POVERO SAI COS’E’ VERAMENTE LA POVERTA’!

    La dimostrazione di questo assioma è quotidiana, nell’egoismo diffuso del materialismo consumista, nell’insensibilità incosciente di chi non ascolta, o accoglie con fastidio le dimostrazioni pratiche della povertà. La povertà vera non è nulla di tenero, nulla di commovente, nulla che sia facile o piacevole da descrivere. Fra le sue pieghe si può certamente trovare spiritualità e saggezza (io l’ho trovata) ma occorre esservi predisposti, sin da prima ch’essa si occupi di te, perchè quando lo fa, si prende tutto: casa, possedimenti materiali, salute, orgoglio e dignità, e riconquistarli ha il prezzo della tua stessa vita. Vi parlo di povertà, perchè sono povero ed io la capisco. La povertà è denti rotti e mancanti, cure negate, malattie endemiche trascurate e lasciate correre. La povertà è l’essere indifesi di fronte all’abuso, il dover chiedere quel che si sa verrà probabilmente negato, il lasciar scorrere su di te la prepotenza del sistema. La povertà è alienazione, esclusione…a tratti follia e disperazione, è un lungo cunicolo senza uscita…un tunnel dove la speranza muore e si azzera, dove le prospettive divengono piatte ed inutili, dove il futuro s’annulla e diviene paura. La povertà quindi non è nulla di poetico, ed il trovare poesia deriva dalla compassione che hai già, non quella che troverai intorno a te…perchè nessuno realmente te ne darà, se non formalmente…per il semplice fatto che non capiscono, non sanno davvero con cosa hanno a che fare. Non lo sanno i politici, non lo sanno gli ecclesiastici, non lo sanno i finti santoni, non lo sanno gli sbirri, non lo sanno i giudici, non lo sanno i pietosi, pelosi, perbenisti, non lo sanno i caritatevoli piccolo borghesi annoiato-buonisti, ne sanno poco e poco ne comprendono persino gli addetti ai lavori. Solo i poveri, capiscono realmente la povertà, perchè bisogna provarla per sapere davvero cosa sia, come essa divori morale, etica e dignità, come essa azzeri ed annulli tutte le chiacchere inutili fatte intorno e attorno a lei. I poveri nessuno li ascolta davvero, fingono i più, i compassionevoli veri sono pochi, pochissimi…quelli che capiscono persino meno, perchè un povero…”non è credibile, non potrebbe mai essere un intellettuale, un saggio, uno scrittore vero, un artista, un poeta”. (n.d.r.) La povertà è legata alla filosofia corrente, all’ignoranza, alla stoltezza, all’alienazione, ed oggi più che mai essa viene vissuta e descritta dai più: come una forma di colposa e degenerante auto-esclusione, quasi fosse scelta cosciente. Non parlate di povertà se non sapete, non irridete con la vostra patetica e distratta attenzione qualcosa di cui non avete alcuna intenzione di scrutare la profondità…che non vi interessa, che vi spaventa, che rappresenta un peso inutile nel vostro risiko delle strategie.

    SOLO SE SEI POVERO SAI COS’E’ VERAMENTE LA POVERTA’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑

Share This
4/11pb1UQEZEub2makWJNamtc1d4VhV-o6joLHz1m-cZE