Seleziona Pagina

Le Politiche nazionali per i Senza Dimora

A partire dal 2010, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – DG Inclusione Sociale ha avviato una serie di azioni politiche per rafforzare il sistema di intervento di contrasto alla povertà estrema e la condizione di senza dimora con l’obiettivo di superare l’approccio emergenziale adottato finora a livello locale*

Si tratta del primo intervento strutturale nazionale dopo la legge di riordino 328 del 2000 (art. 28) che stabilisce linee di intervento e che stanzia risorse specifiche per le persone senza dimora

Tra le iniziative e i documenti di programmazione più rilevanti in materia di Welfare, Servizi sociali e Homelessness in Italia ci sono:

 

All’interno di questo quadro di programmazione complessa, si inserisce uno specifico avviso pubblico esclusivamente destinato a finanziare servizi rivolti alle persone senza dimora:

  • Avviso 4/2016 – Avviso pubblico per la presentazione di Proposte di intervento per il contrasto alla grave emarginazione adulta e alla condizione di senza dimora da finanziare a valere sul Fondo Sociale Europeo, programmazione 2014-2020, Programma Operativo Nazionale (PON) “Inclusione” e sul Fondo di Aiuti Europei agli Indigenti, programmazione 2014-2020, Programma Operativo per la fornitura di prodotti alimentari e assistenza materiale di base (PO I FEAD)

 

Le risorse stanziate specificatamente per le persone senza dimora in questa prima fase ammontano complessivamente a 50 milioni di euro (25 milioni a valere sul PON Inclusione (FSE) + 25 milioni a valere sul PO I FEAD) e sono ripartite (elenco risorse destinate) tra gli Enti territoriali (Città metropolitane, grandi Comuni e Ambiti territoriali) che presentano una concentrazione del fenomeno particolarmente rilevante. In particolare:

  • 25 milioni sono destinati alle Città metropolitane;
  • 25 milioni alle Regioni, che possono presentare direttamente proposte di intervento da realizzare nei propri territori oppure delegare la presentazione ad altri enti territoriali.

 

L’esperienza italiana, come ha dichiarato più volte  la Presidente fio.PSD, rappresenta forse, ad oggi, l’unica buona pratica europea di integrazione di fondi destinati a contrastare la povertà e l’esclusione sociale ed è stata valorizzata in eventi della Commissione a Bruxelles. L’Avviso 4/2016, infatti, consente di finanziarie con un solo progetto due distinte tipologie di azioni che vanno a strutturarsi e completarsi a vicenda:

  • PON inclusione (FSE)→ finanzia il rafforzamento dei servizi territoriali per la presa in carico dei senza dimora
  • Programma Operativo FEAD(Fondo di aiuti europei agli indigenti) → finanzia l’acquisto di beni materiali da utilizzare ad esempio nell’erogazione di servizi a bassa soglia.

 

Inoltre, per la prima volta in Italia, ci saranno dei finanziamenti strutturali per le persone senza dimora

A partire dal 2018 una quota del Fondo povertà pari a 20 milioni di eurofinanzierà gli interventi e servizi in favore delle persone in povertà estrema e senza dimora (articolo 7 del decreto attuativo del REI)

Si tratta di una novità significativa, non solo per il carattere strutturale, e quindi stabile, dei finanziamenti, ma anche perché tali risorse si sommano a quelle già stanziate dai fondi comunitari che, grazie al modo in cui ne è stato programmato l’utilizzo, mettono a disposizione nell’attuale periodo di programmazione 2014-20 (con possibilità di spesa fino al 2023) circa 100 milioni di euro da destinare agli interventi di contrasto alla grave marginalità

 

 

 

* Informazioni tratte e rielaborate da una Nota Tecnica inviata dal Ministero LPS a fio.PSD in occasione di un evento della Campagna #HomelessZero

News & Aggiornamenti

Seminario sul Diritto alla Casa in Italia

Seminario sul Diritto alla Casa in Italia

Avenues to advance housing rights in an Italian context Il giorno 30 Ottobre alle 10.00 si è svolto il seminario online, promosso dall'Housing Right Watch, Avenues to advance housing rights in an Italian context sulle diverse strade per promuovere il diritto alla casa...

leggi tutto
La Formazione riprende…

La Formazione riprende…

Ha ripreso il via, con slancio e nuove iniziative, l'offerta formativa della Federazione Sono sempre di più le realtà del pubblico e del privato che ci chiedono Formazioni ad hoc su diversi temi: progettazione PON, Housing First, Accompagnamento e Servizi, Linee di...

leggi tutto
Newsletter fio.PSD – Settembre 2020

Newsletter fio.PSD – Settembre 2020

Settembre 2020 1. Seconda tranche Avviso 4 (50 milioni) Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha confermato il secondo finanziamento di 50 milioni agli interventi per il contrasto alla grave marginalità adulta Il decreto con cui è stata avviato il...

leggi tutto
Il diritto all’abitare in Italia

Il diritto all’abitare in Italia

Il diritto all'abitare Il Diritto all'abitare è da sempre un tema su cui la Federazione insieme ai suoi soci si impegna in ogni possibile strada Il documento che abbiamo elaborato grazie al prezioso contributo del socio Avvocato di strada ripercorre il quadro...

leggi tutto
Vademecum Residenza per i Senza Dimora

Vademecum Residenza per i Senza Dimora

La Residenza e l’iscrizione anagrafica rappresentano per ogni cittadino la certificazione di “esistere”, di essere portatori di diritti soggettivi fondamentali e di avere la garanzia di poterli esercitare. Per le persone senza dimora, la residenza anagrafica rappresenta un passo ancora più importante, perché ad essa si collega la possibilità di usufruire dei servizi sanitari, socio-assistenziali e abitativi, erogati dagli enti locali.

leggi tutto

Iscriviti alla Newsletter fio.PSD

Rimani aggiornato su novità, progetti, campagne, formazione, appuntamenti ed eventi italiani e europei

Grazie per aver compilato il form Per tua sicurezza e per la privacy al fine di completare l'iscrizione dovrai cliccare sul pulsante che ti è arrivato via mail, grazie

Share This