Presentato in Regione un report sull’accoglienza, redatto da un gruppo di persone legate alle Caritas diocesane. Il gruppo si riconosce nel valore dell’accoglienza. Il report nasce dal confronto fra realtà che si occupano di una fascia particolarmente esposta: le persone senza dimora, coloro che si trovano in condizione di povertà estrema, al margine nel territorio della Emilia-Romagna.

Il rapporto analizza il tema dell’accoglienza e contiene sia dati nazionali che regionali sui senza fissa dimora.

Il rapporto è stato presentato nel corso di un convegno i cui lavori sono stati  conclusi dall’assessore regionale alle politiche sociali Teresa Marzocchi. “E’ interessante per me come è nato questo lavoro sul Report Accoglienza realizzato da alcune Caritas Diocesane, Associazioni di volontariato, Cooperative e Unità di strada.  E’ nato da voi – ha detto l’assessore  –  dalla volontà di mettervi in rete e di scambiarvi le vostre esperienze. E questa dinamica è stata molto importante. Perché le istituzioni se hanno realtà, come le vostre, che  le sollecitano è importante. Io penso che dal vostro lavoro può crescere un’ identità e un ruolo per la costruzione di un  nuovo welfare. Dove l’obiettivo è comune, grande  e condiviso: che nessuno resti indietro”.

I senza fissa dimora in Italia

Un profilo dei senza fissa dimora in Emilia-Romagna

Il testo completo del report