Report incontro 2/3 luglio Progetto PIE4shelters

Si è svolto a Roma il 2 e 3 luglio, presso il Centro Servizi per il Volontariato del Lazio, il 2° Partnership Meeting del progetto europeo PIE4shelters, di cui fio.PSD è partner, insieme a BMSZKI- Budapest Methodological Centre of Social Policy (Coordinatore, HU), CVFE – Collectif contre les Violences Familiales et l’Exclusion (Belgio), FEANTSA (Belgio/EU), Safe Ireland (Irlanda) e DePaul (UK)

Il progetto PIE4shelters si propone di potenziare la capacità dei servizi di supportare le donne senza dimora vittime di violenza, attraverso l’utilizzo di un quadro di riferimento psicologico denominato “PIE – Psychologically Informed Environment”, ovvero Ambiente Psicologicamente Informato, attento al trauma che le donne hanno vissuto e ai suoi effetti su comportamenti e atteggiamenti, e che per questo richiede uno stile di supporto specifico

A questo scopo, verranno organizzati eventi formativi per operatori e per lo staff di organizzazione di servizi, che avranno luogo durante il prossimo anno, per diffondere l’approccio PIE e sensibilizzare le istituzioni al tema del supporto alle donne senza dimora vittime di violenza

La giornata del 2 luglio è stata dedicata alla discussione del report, elaborato da Safe Ireland, riguardante la valutazione dei servizi per donne senza dimora vittime di violenza, utile per strutturare i prossimi eventi formativi dedicati agli operatori

Per la valutazione, ognuno dei 5 Paesi partner del progetto ha condotto interviste in profondità e focus group con gli operatori e il management dei servizi, mentre alle donne vittime di violenza ospiti è stato somministrato un questionario

Per l’Italia, all’attività di valutazione hanno partecipato la Cooperativa Sociale “Maria Cecilia” di Biella, il Centro Ascolto Caritas di Sanremo, i Servizi sociali del Comune di Trento, la Caritas diocesana di Ragusa, il Centro diurno “Opera Don Calabria” di Roma

Il 3 luglio, invece, ha visto protagonisti i soci, i quali hanno partecipato ad una giornata di formazione condotta da Peter Cockersell, psicoanalista psicoterapista creatore e sviluppatore dell’approccio PIE, da sempre impegnato nel settore della homelessness

I temi su cui si è soffermato l’approfondimento sono stati:

  • Comprensione dell’impatto del trauma sui comportamenti e le attitudini e principi per l’interazione positive e negative che scaturiscono dal trauma; la violenza di genere e la homelessness come specifica tipologia di trauma
  • Principi e pratiche dell’approccio PIE: quadro di riferimento psicologico; spazi sociali; gestione delle relazioni; supporto dello staff; coinvolgimento delle donne; accesso alla psicoterapia; valutazione

Al termine della formazione, si è aperto uno spazio di discussione e di scambio di esperienze tra gli operatori dei diversi servizi soci fio.PSD presenti, condotto da Fehér Boróka (BMSZKI, Ungheria). Al confronto hanno partecipato esponenti di Casa Betania (Udine), Piazza Grande e Antoniano ONLUS (Bologna), Università di Padova, Cascina Biblioteca (Milano), Caritas Ragusa

Dopo un primo giro di presentazione delle realtà presenti, il focus si è soffermato sulle difficoltà di intercettare la violenza domestica e gli abusi di cui le donne senza dimora sono state vittima, su cosa si mette in atto nel momento in cui si viene a conoscenza di una situazione di abuso e con quali modalità la si affronta

Da tutte le voci è emersa l’importanza della relazione tra l’operatore e la persona e, d’altro canto, l’assenza nei servizi di un ambiente psicologicamente informato (PIE) per la gestione del trauma e della sofferenza, ma anche di risorse con cui fornire un’alternativa valida e una sicurezza tale da poter dare forza alle donne di cambiare la propria vita e liberarsi dalla condizione di violenza o superarne i traumi connessi

Appare evidente tra tutti i soci presenti il bisogno di formazione e di approfondimento di tali aspetti, fondamentali per un lavoro efficace e di senso con le donne senza dimora vittime di violenza di genere.

Per approfondimenti, visita la pagina del progetto PIE4shelters

 

Presentazione di Peter Cockersell