La Federazione è partner del progetto Quando la città soffre e invita a visitare il blog e a promuoverlo

Si tratta di un’indagine di carattere antropologico e sociale, che parte dal presupposto per cui la tipologia di uomini e donne che si rivolgono agli enti e strutture di aiuto per chi è senza casa e senza lavoro, alle associazioni di assistenza, ai centri d’ascolto Caritas, è estremamente varia ed eterogenea e non coincide con le figure consuete dell’emarginazione sociale.
Quando la Città soffre” ha lo scopo di raccontare la sofferenza e il disagio della società attuale in questi anni di crisi economica, in relazione ai luoghi concreti delle nostre città, dando voce con un registro innovativo e particolarmente attento alla dignità delle persone, sia alle forme di povertà più estreme, sia ai nuovi abitanti dei margini.
Lo studio prevede una parte scritta e una parte di documentario video che racconti con rispetto e profonda empatia la quotidianità delle persone che vivono l’esperienza della precarietà, dell’emarginazione e della strada.
Intendiamo effettuare il crowdfunding per concludere la fase di post-produzione del documentario e per sensibilizzare quante più persone possibile alle tematiche della povertà e del disagio attraverso la costituzione di una comunità web.
In questo senso la finalità ultima del progetto consiste nel fornire uno strumento capace di generare nuove forme di riflessione e animare nuove modalità di intervento per i poveri.

Il 20% dei fondi raccolti con il crowdfunding verrà devoluto all’associazione “Clochard alla riscossa” per il loro progetto “Un sacco di vita”, che ha lo scopo di acquistare sacchi a pelo per le persone in strada e consegnarli direttamente a loro. Perché non muoiano, per il freddo e l’ipotermia del dormire in strada.