Come Associarsi

Come associarsi alla fio.PSD

L’art. 5 dello Statuto prevede che possano divenire soci della federazione: gli Enti privati senza scopo di profitto, che per finalità statutarie svolgano attività conformi alle finalità statutarie della Federazione; gli Enti pubblici non economici che svolgano funzioni almeno in parte significativa coincidenti con quelle della federazione. Il nessun caso il numero dei soci pubblici potrà superare il venti per cento di quello dei soci privati.

Chi fosse intenzionato ad aderire deve far pervenire alla segreteria:

– una richiesta scritta, diretta al Consiglio Direttivo PDF Word/ZIP

– una copia dello Statuto (ad esclusione degli Enti Pubblici)

– una sintetica ma esauriente lettera di presentazione.

Il Consiglio Direttivo esamina le richieste pervenute e si riserva la facoltà di rispondere entro sessanta giorni, secondo quanto disciplinato all’art 2 del Regolamento Generale. Nel caso in cui il Consiglio Direttivo dia parere favorevole alla richiesta di ammissione, il nuovo socio potrà perfezionare l’iscrizione versando la quota annuale. In base all’art 3 comma 1 del Regolamento Generale “le quote annuali sono stabilite in:

 

per gli Enti Pubblici:

€ 750,00 per i comuni sino a 5.000 abitanti;

€ 1.000,00 per comuni oltre 5.000 e sino a 50.000 abitanti;

€ 1.500,00 per comuni oltre 50.000 e sino a 1.000.000 abitanti;

€ 2.000,00 per comuni oltre 1.000.000 abitanti;

 

per gli Enti Privati:

€ 300 per le realtà con flusso economico attivo annuale* inferiore a 50.000 euro

€ 600 per le realtà con flusso economico attivo annuale* da 50.001 a 500.000 euro

€ 1.000 per le realtà con flusso economico attivo annuale* da 500.001 a 5.000.000 euro

€ 1.500 per le realtà con flusso economico attivo annuale* superiore a 5.000.001 euro

Il versamento della quota può essere eseguito con bonifico sul conto corrente bancario intestato a fio.PSD di cui si riportano di seguito le coordinate:

Unicredit Banca:

Agenzia Torino Tesoreria IBAN: IT 88 C 02008 01110 000101406880

In base all’art. 3 comma 2 e 3 , la quota annuale deve essere corrisposta entro il 30 aprile di ogni anno e il mancato pagamento della quota sociale per il secondo anno consecutivo, previo avviso di mora con lettera scritta, consente l’avvio delle procedure di esclusione del socio moroso.


* Vista la differenza di natura giuridica e di obblighi fiscali che molti degli associati hanno tra loro per flusso economico attivo annuale intendiamo l’importo complessivo delle attività economiche dell’ente. Esse possono essere intese come il fatturato complessivo dell’ente, o come la somma delle entrate o come la somma dei contributi ricevuti o come la somme delle quote sociali e delle quote per attività e donazioni ricevute, sempre nell’anno precedente.


Comments are closed.

Back to Top ↑

Share This
4/11pb1UQEZEub2makWJNamtc1d4VhV-o6joLHz1m-cZE